Corso di Ginnastica Presciistica - Associazione Dynamica Leinì

GINNASTICA PRESCIISTICA

Share |

La ginnastica presciistica (o più semplicemente presciistica) è una modalità di allenamento, orientata a coloro che praticano lo sci.

Il corso prevede una serie di esercizi studiati per rimettere in tono e migliorare la muscolatura che viene maggiormente sollecitata sciando, in modo da evitare stiramenti muscolari o incidenti più gravi.

Corsi di Ginnastica presciistica | Associazione Dynamica Leini

Lo sci è uno sport complesso che richiede da un lato una tecnica di base e dall’altro un buon livello di forza e resistenza muscolare, capacità aerobica e, non meno importante, un ottimo controllo neuromuscolare. Si tratta a tutti gli effetti di uno sport che impegna muscoli del corpo solitamente lasciati a riposo che, se non vengono potenziati e preparati in anticipo, rischiano di subire un forte stress. L’introduzione di sci sempre più veloci ha reso questo sport fra i più traumatici. Sulla neve, le carenze di tipo muscolare, motorio o respiratorio si trasformano quasi sempre in caduta, con conseguenze traumatologiche per sé e per gli altri. La preparazione motoria diventa quindi importantissima e la ginnastica presciistica in particolare assume un ruolo fondamentale per prepararsi alla stagione invernale. Questo tipo di allenamento si rivolge a tutti gli sciatori, in particolar modo agli amatori, che per differenti motivi si presentano all’apertura delle piste con una scarsa condizione atletica, aumentando notevolmente il rischio di infortunio. L’obiettivo è allenare forza, potenza, reattività, equilibrio, resistenza e coordinazione, tutte doti necessarie per praticare con soddisfazione lo sci, rendendo il gesto il più dinamico e sicuro possibile. Per questo occorre prendersi il tempo necessario: la presciistica deve iniziare due-tre mesi prima della stagione invernale e deve essere praticata almeno due volte a settimana, con allenamenti specifici per arti inferiori e superiori, propriocettività e core stability. Le sedute e gli esercizi iniziali hanno come fine il miglioramento della condizione fisica generale per poter poi passare ad esercizi più intensi e complessi tipici di un allenamento funzionale per uno specifico sport.

Il corso di ginnastica presciistica consente di:

  1.  recuperare tono muscolare (o migliorarlo, se già si esegue una qualsiasi attività fisica durante tutto l’anno) irrobustendo soprattutto i muscoli delle gambe e della schiena, ma anche addominali, spalle e braccia
  2. migliorare l’elasticità articolare (soprattutto quella del ginocchio, ma anche dell’anca e della caviglia) in modo da sopportare al meglio le varie sollecitazioni durante la discesa
  3. sviluppare la giusta resistenza agli sforzi, grazie ad un adeguato allenamento aerobico, evitando così che la stanchezza generale aumenti il rischio di cadute.

La preparazione atletica presciistica non è quindi solo preventiva nei confronti degli infortuni ma serve anche a ridurre l’affaticamento e a migliorare la performance: chi vuole sciare al top deve essere fisicamente al top altrimenti mette a repentaglio se stesso e gli altri, stressa il fisico e non si diverte.
 
P.S. È bene ricordare che lo sci alpino prevede un continuo salire e scendere, con dislivelli in alcuni casi anche notevoli. Questo comporta variazioni continue della pressione atmosferica, della presenza di ossigeno nell'aria e della temperatura con relativi cambi dal punto di vista metabolico come l’aumento e la diminuzione dei globuli rossi, la concentrazione di emoglobina, la dilatazione capillare ecc. Per questo motivo è consigliabile realizzare una visita medica stagionale in un centro di medicina dello sport prima dell’inizio della stagione sciistica.


PER AVERE INFORMAZIONI SU QUESTO CORSO
COMPILA IL FORM: